giovedì 23 febbraio 2012

Il rosso di Rossi

Gli esperimenti soutache continuano. Mi sto davvero appassionando a questa tecnica che permette una serie infinita di variazioni di forma e, sopratutto, incredibili contrasti cromatici.
Adoro gli accostamenti di colore più improbabili e, molti, ho imparato ad apprezzarli nelle opere dei più grandi maestri.
E' da quando ho conosciuto,  più di vent'anni fa, i  meravigliosi disegni di Aldo Rossi che mi è rimasta negli occhi la suggestione per l'accostamento del verde brillante con il rosso, colori che ricorrono spesso, uno accanto all'altro, sulle facciate delle torri metafisiche e sulle falde delle coperture a padiglioni che vi sono rappresentati.
Aldo Rossi, ARCHITETTURA E UTOPIA



Aldo Rossi, CIMITERO DI MODENA
Aldo Rossi, STUDI PER IL GALLARATESE
Aldo Rossi, ISOLATO IN SCUTHZENSTRASSE  
Anche se le geometrie che compongono questi orecchini ricordano più quelle del repertorio precolombiano i colori e la sagoma trapezioidale mi hanno fatto subito pensare all'opera di questo maestro che ho molto amato.
Orecchini, SOUTACHE ROSSI
I COLORI
I PARTICOLARI

3 commenti:

  1. Li voglio!!
    Non ho ben capito come sono fatti, ma non importa, li voglio! :)

    RispondiElimina
  2. Mi piace questo accostamento fra arti!

    RispondiElimina